Spazio Atelier

TIEZZI ENZO

Siena, 1938

Enzo Tiezzi Nasce a Siena nel 1938 e si iscrive alla facoltà di Chimica a Firenze dove inizia a occuparsi di Risonanze Magnetiche. Nel 1966 vince una borsa Fullbright per gli Stati Uniti e inizia a sviluppare due importanti lavori: uno sull’evidenza della presenza del Fe+1 nei processi cancerogeni e un altro sull’analisi comparata EPR/NMR, che introduce il concetto delle possibili applicazioni della Risonanza Magnetica Nucleare in Medicina. Negli anni ottanta fa parte del gruppo dei venticinque scienziati che, a Stoccolma e Barcellona prima, poi alla Banca Mondiale a Washington e, infine, all’ASPEN Institute negli Stati Uniti, ha messo a punto il concetto di “sviluppo sostenibile”. Collabora con molti artisti sul rapporto tra scienza ed estetica e in particolare, con Pietro Cascella, Marcello Aitiani, Paolo Portoghesi, Giorgio Celli, Tony Thorimbert. Dal 1970 dirige prima l’Istituto, poi il Dipartimento di Chimica dell’Università di Siena.
Dal 1992 al 1997 - è stato presidente del Comitato Interministeriale per la Ricerca Ambientale (Ministero dell'Ambiente e Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica). Inoltre: 1997 - ha ricevuto la laurea Honoris Causa dalle Università di Alma Ata e Sri-Lanka e il Premio APE (Associazione per il Progresso Economico) Milano; 2003 - è stato insignito dal Wessex Institute of Technology of Great Britain dell’Eminent Scientist Award; 2004 - riceve la medaglia Blaise Pascal dell’European Academy of Sciences for Physics and Chemistry; 2005 - viene insignito del premio “Per l’arte e la scienza” al Palazzo della “Ragione” di Mantova; 2006 – pubblica in Spagna il libro “La bellezza e la scienza”.
Recentemente una sua intervista è stata inserita per due mesi nel video del Centre Pompidou di Parigi nella Mostra Internazionale dedicata ai sedici intellettuali del mondo scelti per “dare una visione del futuro” (Stock Exchange of Visions). Durante i suoi viaggi in Birmania, Guatemala, Brasile, Tanzania e Indonesia ha scattato numerose fotografie per immortalare la realtà del luogo. Le fotografie sono poi state sviluppate con tecniche e formati differenti, a volte dando alle immagini anche un effetto metallico.

Eventi correlati

Scrivi un commento

Valutazione:
Inserisci il codice nel box sottostante:

Informativa sui Cookie | Cookie Policy