Museo
PREMIO MARCHIONNI 2018

PREMIO MARCHIONNI 2018

dal 29 settembre al 20 ottobre 2018
PREMIO MARCHIONNI 2018 PREMIO MARCHIONNI 2018 PREMIO MARCHIONNI 2018

PREMIO MARCHIONNI 2018 - Concorso Internazionale d'Arte Contemporanea del Museo Magmma

Dal 29 settembre al 20 ottobre 2018 presso la Sala delle Colonne di Ca' la Ghironda-ModernArtMuseum

Inaugurazione venerdì 28 settembre - Ore 18.00 

Venerdì 28 settembre, alle ore 18.00, presso la Sala delle Colonne di Ca' la Ghironda, si inaugura la 2° delle mostre itineranti dell’edizione 2018 del Premio Marchionni, il concorso internazionale d’arte contemporanea lanciato  dal Museo Magmma di Villacidro.

I vincitori delle tre mostre itineranti, a Porto Cervo, Bologna Museo Ca’ la Ghironda e Urbino palazzo Collegio Raffaello sono, per la sezione grafica: oltre a Marco Tidu eTomas Darnell, Carla Pisu, Diego Vargiu, Giancarlo De Gennaro, Silvia Bacci, Caterina Dore, Cetti Tumminia,  Gianni Lucchesi, Felicita Fiorini;  per la sezione pittura oltre a Gavino Ganau: Maurizio Cattaneo, Pino Gengo, Simone Anticaglia, Augusto Mandelli, Simone Prudente, Michele Cara, Andrea Savazzi, Nicola Pellizzaro,  Luca Tedde.

A giudicare i lavori è stata una giuria di qualità: Umberto Palestini, direttore dell’Accademia di Belle Arti Urbino, tra le istituzioni artistiche più importanti d’Italia, Vittorio Spampinato, direttore artistico del Museo di Ca’ la Ghironda di Zola Predosa Bologna, Alessandra Redaelli, giornalista e curatrice di Arte Milano, Adriano Corsi, direttore dell’Archivio Lazzaro di Milano, Giorgio Sorrentino della Galleria Artesanterasmo di Milano, e  Vitaliano Angelini, presidente Incisori Urbinati.

Il Premio Marchionni è stato istituito per ricordare la figura di Dino Marchionni, sopraffino incisore che nel 1954 lasciò la sua Urbino per insegnare a Villacidro, dove rimase fino alla fine della sua vita.

In concomitanza con l’esposizione del Premio Marchionni 2018 è stata allestita la mostra di Maurizio Cattaneo vincitore  dell’edizione 2018 del ROSSOPASSIONE, premio istituito dal Museo Magmma.

Maurizio Cattaneo nei primi anni produce lavori legati alla figurazione ma subito sente l’esigenza di approdare all’Astrazione e all’uso dei segni. Approfondisce studi sulla percezione e l’utilizzo dei colori. Fondamentale è l’attenta lettura del lavoro e delle teorie di Kandinskij “Lo spirituale nell’ arte” e la rappresentazione di ciò che spesso non si vede, oltre a Josef Albers con il testo “Interazione del colore”. Per anni lavora e sviluppa un suo linguaggio, il suo intento è di rappresentare l’invisibile, il ricordo, le emozioni attraverso il grafismo ed i segni.
Nei lavori vengono rappresentati il cielo, la pioggia, la luce contrapposta al buio, il movimento, il contrasto tra pieno e vuoto, il cosmo con significati di valenza interiore.

La mostra rimarrà in esposizione fino al 20 ottobre 2018.

COMUNICATO STAMPA

LOCANDINA

 

 

 

Scrivi un commento

Valutazione:
Inserisci il codice nel box sottostante:

Informativa sui Cookie | Cookie Policy